i quaderni di Cico
 
 

 



ORDINALO
SU IBS

CON LO SCONTO DEL 15%

 


titolo: "VASCO LIBERA TUTTI"

collana i quaderni di Cico
autore: Primo Classificato
ISBN 9788832124088
© 2019 - € 15,00 - pp. 160
In copertina, immagine originale di Andrea Tarli (www.andreatarli.it)
.


VASCO LIBERA TUTTI
è il resoconto di Ringo Johnny & Mario (il film).
Una storia senza legge né confini.
Allucinazione o realtà che sia.

VASCO LIBERA TUTTI
è offerto da CIOCOPEYOTE
il cioccolatino più venduto
nei peggiori bar di Las Vegas.



 

 
 


La cosa pazzesca è che dopo un po’ il pazzesco sembra normale. Può darsi che un giorno di questi quando meno te lo aspetti ti chiederai: dove saranno adesso i ragazzi? C’è dell’esplosivo in questa storia. Se ci entri sei avvisato. Non soffondere metano e non fumare cicche accese. E soprattutto non farti fregare dall’idea che sia Solo Tutto Falso.


(Cirolata in Downtown - El Periódico)


È un libro che scorre via veloce. Una lettura folle, sovversiva, un’esperienza divertente e pure spaesante, in fondo geniale e non scontata, dalla quale iniziare un dibattito reale, aprire un discorso con i fan, dare un seguito a un’idea strettamente legata al mito di Vasco Rossi e del suo essere, nel bene e nel male, parte dello star system. Il tutto in un’era di prodotti commerciali preconfezionati e sterilizzati e dati in pasto come se il pubblico non avesse il minimo orizzonte mentale. Per questo credo che ogni fan di Vasco dovrebbe leggerlo. C’è aria di novità qui dentro.

(Ernesto Di Rocco)



LA STORIA

Tre pestiferi cowboy, Ringo Johnny e Mario, vogliono incontrare Vasco Rossi in persona per porgli alcune necessarie domande. Sanno che la sera stessa terrà un concerto al Sonny Stage Stadium e dopo il concerto, insieme a Elmo Guidi, si fermerà alla Trattoria La Baffona, un angolo di mondo sperduto fuori città e lontano dalla tangenziale. Tuttavia l’impresa non sarà per niente facile. Appena usciti dal saloon dovranno fare i conti con tutta una serie di imprevisti, verranno aggrediti, perderanno i cavalli, fuggiranno in moto, avranno riflessioni e scontri con personaggi alquanto singolari che assomigliano tanto a delle celebrità della televisione: come ad esempio Sofia Melén Hendriguez Fossani e il suo ex fidanzato Maurizio Regina, principe dei paparazzi.
I tre piccoli pistoleri faranno prigioniero Vasco Rossi e la sua combriccola. Johnny avrà una specie di flirt con Melén. Maurizio Regina non si darà per vinto e si metterà all'inseguimento dei cowboy. L’Appuntato Carmine Todisco e il Brigadiere Sarnataro, carabinieri e napoletani d.o.c., daranno loro la caccia sino agli eventi finali. E persino Big Bad Pete, alias Gambadilegno, personaggio sinistro che si aggira nei meandri del tempo sospeso tra finzione e realtà, alleatosi con Regina, è sulle loro tracce e non gli darà tregua.
La Baffona e suo marito Erdogan, il cane Raul, e una serie di spettri e miraggi di una lunga notte illuminata da una gigantesca luna griffata Made in India, faranno da cornice a un’avventura con sottofondo musicale vascorossiano e con più di un finale a sorpresa.
Oltre a ciò, un Vasco Rossi eterno e maledettamente reale si muove, parla, interagisce da protagonista nelle trame della storia. Un “filmino lisergico” che è soprattutto un tributo affettuoso e disincantato alla più grande rockstar italiana di tutti i tempi. Ed è anche una riflessione sul cannibalismo dello Star System. E su come la tivù faccia diventare reale ciò che non lo è. Perché come canta Vasco: oggi è la tivù a dire se/una cosa è vera o se hai sognato te.

 

 
 

Primo Classificato è nato sotto un manipolo di segni zodiacali. È cresciuto in un perido in cui gli anni non contavano e contavano le stagioni e le canzoni di Vasco. Quelle vere. Quelle importanti. Che rimarranno per sempre.