collana poetál
 

 

 

ordinalo senza spese di spedizione




titolo: "La Balena"
autore: Giorgia Monti
Prefazione di Serena Piccoli
collana poetál
ISBN 978-88-32124-13-2
© 2020 - € 12,00 - pp. 120



Rifugio per il tuono


Che lingua parla il blu?
Quale alfabeto produce il turchese?
Di quale eco si nutre l’azzurro?
E la trasparenza, che cosa tace?

Enumerami i piedi,
fanne porzione di gioco.
Disseziona le fasi del niente,
che sia comando per il dopo.

Ho una mente assolata,
rifugio per il tuono.
Dopotutto, credo che riposerò.
Non cerco che una parola,

in fondo.

 

 

 



«Per quanto riguarda il titolo della silloge, che riprende la poesia omonima (da cui è stato creato anche uno splendido video, visibile in chiaro su youtube), lascio a lettori e lettrici la libertà di interpretazione, come è giusto che sia per ogni creazione artistica. Molto umilmente, scrivo qui la mia, che è solo una delle centinaia (tante quante le persone che leggono e ascoltano la poesia in questione), nata dalla mia personale domanda: “Chi o che cosa è la Balena?”
Uno stato d’animo, una meta, luogo intimo a volte raggiunto e goduto, seppur per poco. La Balena non esiste se non si raggiunge, è il momento alto in cui, meditando, soffermandoci dentro noi, cogliamo il ben essere dell’anima.
Alla Balena si arriva, forse, dopo tentativi di navigazione falliti, tra ostacoli quotidiani e altri imprevisti.»

(Dalla prefazione di Serena Piccoli)

 

Leggi qui IL VENTO DAI CAPELLI - Paolo Polvani: note di lettura a "La balena" di Giorgia Monti.

Leggi qui la Lettera a Giorgia Monti, di Giorgio Galli (gcgalli.wordpress.com)

 
La balena*

Il cielo Magritte sparisce nel ventre scuro della balena.
La balena è grande
naviga in cielo
e s'inghiotte le nuvole.
E il cielo Magritte perde colore nel ventre scuro della
balena.
Il buio si fa pesto nel ventre scuro della balena.

Dove sei?
Sono sotto al ventre scuro della balena che piange.
Perché piange?
è troppo grande.
Naviga in cielo e si nutre di nuvole.
Dove vai?
Nel ventre scuro della balena
dove c'è posto per le mie lacrime.

Chi le vede?
Nessuno.
Chi le sente?
Nessuno.
Chi le ferma?
Nessuno.

Il cielo Magritte scompare nel ventre scuro della balena.

Dove sei?
Nel buio.
Cosa fai?
Cosa fai?
Dipingo un cielo Magritte nel ventre scuro della balena.
Chi lo vede?
Nessuno.
Chi lo vede?
Io lo vedo.

Perché non scendi?
Prova tu a salire.
Ho paura.
Allora lasciami in pace.

Cosa ci fa una balena in cielo?
Piange.
Perché?
Lo fa per me.
Che cosa hai fatto?
Piango.
Chi se ne accorge?
Chi se ne accorge?

Dal ventre scuro della balena piove la pioggia.
E tu?
Rimango.


__________________________________________________
*Poesia pubblicata e tradotta in lingua inglese sul numero 50 luglio 2018 della rivista "Illustrati", selezionata per la rubrica "POEMATA versi contemporanei" a cura di Francesca Del Moro, Logos Edizioni. "La Balena" di Giorgia Monti è inoltre rappresentata in un video (che trovate anche qui sotto) per la regìa di Alessandro Quadretti, con la voce di Giuseppe Viroli e la danza di Simona Santolini.

   
 
 
 
   


Giorgia Monti
‚ poeta, performer, organizzatrice di eventi, è autrice della raccolta poetica “Che razza di mondo” (Cicorivolta 2012) e dei testi dell’ep “Tra acqua e acqua” del 2016, con musiche di Fabio Fanuzzi e Mario Sboarina. Presente in “Poetál Social Club - Antologia Ufficiale dei Poeti di Cico”, (Cicorivolta 2017). Finalista nel 2018 al Premio Claudia Ruggeri (Versante Ripido). Prima classificata al Premio Bologna in Lettere nel 2019, sezione poesie singole inedite. Scrive anche racconti brevi. Compare su riviste e antologie, è tradotta in inglese e rumeno. Cofondatrice, con Serena Piccoli, dell’Associazione Culturale Lestordite, hanno insieme ideato e dirigono il Festival Internazionale di Poesia e Arti Sorelle. Cura la rubrica di poesia contemporanea “Verso l’Italia”
sulla rivista di cultura rumena “Tribuna”.

La balena” è la sua seconda raccolta.

__________________________
__________________