La finestra sulla luna
 
 

 



ordinalo qui

 

 


titolo:
"
Le Avventure di Pinocchio. Storia di un burattino. Con le libere illustrazioni di Anna Maria Poggi e Alfredo Ferrone"
autore: Anna Maria Poggi - Alfredo Ferrone
collana: La finestra sulla luna
ISBN 978-88-32124-29-3
Volume d'arte illustrato, realizzato con tecnica artigianale, rilegato e confezionato a mano con carte di alta qualità e in cofanetto rigido dedicato.
€77,00 - pp.192 - © 2021.
In copertina e sul fronte del cofanetto, L'ombra del Grillo appare a Pinocchio (part.) di Anna Maria Poggi. Nel retro del cofanetto, Sì, parlo di te, povero Pinocchio, illustrazione originale di Alfredo Ferrone.




 

 

Il cofanetto in cartonato rigido

   


Per molto tempo, il limite di Pinocchio fu quello d'ogni libro per l'infanzia, un limite che a una più attenta lettura si rivela estremamente ambiguo. Non bisogna infatti dimenticare che nella prima stesura, quando uscì a puntate sul "Giornale dei bambini", nel 1880 (col titolo: Storia di un burattino), il romanzo finiva nella maniera meno favolistica e infantile possibile, con la morte di Pinocchio impiccato, e solo ragioni esterne indussero Collodi a riprendere la storia per concluderla nel modo che sappiamo. Neppure nelle intenzioni, quindi, fu mai un libro "esclusivamente" per l'infanzia. Anzi! Ormai non è difficile scoprire dietro l'allegorico disegno il ritratto più acuto e critico di una società e di una civiltà, quella umbertina, quale non ci è stato consegnato da nessun altro documento letterario con eguale arguzia e freschezza e con eguale verità. Tutta la favola cioè è traducibile in storia. E alla fine il burattino che diventa un ragazzo "perbene" pare davvero suggerire - su quella espressione così criticamente ironica, "perbene" - non tanto l'edificante esempio per i giovani lettori, quanto piuttosto la pessimistica immagine della rinuncia all'estro libero da parte di Pinocchio, integrato in una società «perbene», in un mondo dell'ordine. Che fu la qualità, proprio, più caratteristica della modestia umbertina. Una favola, dunque, che sotto le spoglie d'un pedagogismo ottimistico nasconde il suo contrario. Il tutto realizzato con uno stile d'una modernità e novità difficilmente riscontrabile in altri esemplari, tra i romanzi del suo tempo.

(Grande Dizionario Enciclopedico, UTET)


 
 
 
 


Anna Maria Poggi (qui accanto in un autoritratto) ha insegnato nella scuola pubblica.
Ha scritto di poesia e di prosa.
Vive a Forte dei Marmi, suo paese natale.

Da Cicorivolta Edizioni, ha pubblicato (tutte le edizioni con illustrazioni dell'Autrice):
Fato e Sibilla, Vespero e Aurora, Luci ed ombre, che costituiscono, ad oggi, in perfetta simbiosi con la tematica universale del panta rei, i primi tre volumi illustrati della sua poliedrica, intensa Collezione Poetica;a quattro mani con Alfredo Ferrone, le raccolte di liriche Sulle ali di Pegaso,
Parli alle Pleiadi o Cassiopea ti guida? e CHAOS (gli occhi, le mani, l'infinito).

Nel 2018 ha pubblicato la raccolta di racconti La bimba, l'arancia e altri talismani.
Sotto lo pseudonimo di Virginia Molina, ha inoltre pubblicato nel 2016, il fortunato romanzo autobiografico Il canto delle foglie, giunto nel 2018 alla Seconda Edizione.
__________________

Con "CHAOS (gli occhi, le mani, l'infinito)", nel 2020 si è aggiudicata, con Alfredo Ferrone, il Premio speciale Poesia e Immagini del Concorso Internazionale Città di Pontremoli e il Premio della Giuria al concorso Internazionale Città di Pontremoli.

Con "Parli alle Pleiadi o Cassiopea ti guida?", nel 2021, insieme ad Alfredo Ferrone, il Premio Zurigo allo Switzerland Literary Prize.

 

 


Alfredo Ferrone (qui ritratto da Anna Maria Poggi) è nato e vive a Forte dei Marmi.

Uomo nel sogno e poeta del tempo, i suoi versi paiono onde di passione alla ricerca intima dell'approdo che non è mai definitivo. Al di là e al di fuori di ogni schema finito, la sua analisi poetica dei sentimenti più intimi accarezza l'enigma dell'eros con la sensualità dell'uomo e lo stupore del fanciullo, attraverso pulsioni e parole antiche come selve primordiali: laddove luci, suoni, odori, intense coloriture sprigionano dalle nubi immaginifiche del cosmo.

Da sempre assiduo e profondo frequentatore dell'animo umano, fra ricerca espressiva e virtuosa contemplazione, ha pubblicato le raccolte poetiche: La memoria orbata (L'Autore Libri Firenze, 2002) e, a quattro mani con Anna Maria Poggi, Sulle ali di Pegaso,
Parli alle Pleiadi o Cassiopea ti guida? e CHAOS (gli occhi, le mani, l'infinito), (Cicorivolta, 2018).
__________________

Con "CHAOS (gli occhi, le mani, l'infinito)", nel 2020 si è aggiudicato, in sodalizio con Anna Maria Poggi, il Premio speciale Poesia e Immagini del Concorso Internazionale Città di Pontremoli e il Premio della Giuria al concorso Internazionale Città di Pontremoli.

Con "Parli alle Pleiadi o Cassiopea ti guida?", nel 2021, insieme ad Anna Maria Poggi, il Premio Zurigo allo Switzerland Literary Prize.